Ultimi Posts

Scatola con coperchio ricamato – Valentina Sardu

E’ un lavoro relativamente vecchio (dicembre 2016), ma la lunga assenza fa si che non sia stato mostrato, perlomeno qui sul blog.
Mi riferisco a una scatola ricamata in occasione di uno scambio a cui ho partecipato su Facebook (le crocette son calate, ma non messe da parte del tutto). Appena visto lo schema me ne sono innamorata e l’ho trovato perfetto per questa scatola che avevo preso non ricordo dove.
Si tratta di “Ladybug&Daisy”, di Valentina Sardu (acquistato sul sito Asaji Press).
Sono rimasta incantata dagli schemi di questa disegnatrice, che unisce il punto croce al blackwork,  con dei risultati finali che sono di uan delicatezza e di una eleganza unici.

Questa bella coccinella su Margherita è stata ricamata su un Lino Pronto Ricamo 38 ct bianco (Lino di cui son diventata una grandissia fan, credo di avere ormai solo questo, se escludiamo piccoli pezzi di altre tele :P), con filati dmc e filo da cucito.
Il risultato finale mi piace veramente tantissimo tant’è che in futuro probbailmenye lo ricamerò di nuovo per me ^_^

Cuscino portafedi e Giarrettiera

Come detto, mia sorella si è sposata e ho approfittato anche di questa occasione per mettere qualche crocetta.
Una cosa che a una sposa non deve mancare è la giarrettiera, e vedendo quanto fosse semplice realizzarla, mi son messa alla macchina da cucire per fargliene una nei colori del matrimonio (Blu, e il tema era Dr. Who/Blu Tardis).
Di solito sono abbastanza critica con quello che faccio, ma questa m’è piaciuta proprio tanto.

Per il cuscino portafedi ho modificato e riadattato uno schema Soda Stitch (“Our Wedding” ), cambiando un pò di colori e inserendoci riferimenti al Dr. Who (il Fez e il farfallino, e il Tardis a sinistra :D), visto il tema del matrimonio. E ovviamente è stato rifinito tutto in blu.

Copertina Nascita e Doudou

Anche se poco, in quest’ultimo periodo (dove per ultimo periodo intendo questi quasi 2 anni di silenzio qui sul blog) qualcosa ho comunque fatto, approfittando di occasioni particolari. Una di queste occasioni è stata la nascita del bimbo di una mia collega, bimbo per il quale ho realizzato una copertina ricamata e un Doudou (solo ricamato eh. Era già fatto :D)
Non appena l’ho vista l’ho trovata perfetta e quindi non ho potuto resistere. Purtroppo ci ho impiegato più tempo di quello che avevo programmato (è stata più lunga del previsto) ma il risultato finale mi ha ripagato di tutto il tempo e il lavoro che gli ho dedicato. E spero sia piaciuta sul serio anche alla collega :P. Alla copertina ho aggiunto una cotonina sul retro per coprire un pò di fili, quelli che non son riuscita a far passare “internamente” 😛

 

Di musica e tatuaggi: Hollywood Undead

Come accennavo nel post di qualche giorno fa, nel periodo di “silenzio” ci son stati nuovi amori musicali e tatuaggi e per me queste due cose sono strettamente legate ( buona parte dei tatuaggi che ho sono frasi di canzoni che per me significano molto e trovo che rappresentano me o una parte della mia vita).

Amerò per sempre i System of a Down, i The Dirty Diamond e i Viza, ma nel mio cuore era rimasto un posticino vuoto, che è stato riempito dagli Hollywood Undead.
Non chiedetemi le motivazioni esatte, perchè non son sicura di riuscire a darle, ma sono stata completamente rapita da loro e dalla loro musica. E il 9 di questo mese sono riuscita ad andare a un loro concerto, a Bologna. C’era inoltre la possibilità di “acquistare” un upgrade che ti dava diritto a incontrarli, a del merchandise e cose così e ovviamente non potevo farmi scappare l’occasione.
Certo, purtroppo per ritardi vari il “Meet and Greet” è stato più breve del previsto ma son riuscita a vederli da vicinissimo e ad abbracciarmeli, oltre a vederli dal vivo (e a consegnarli un “piccolo regalo”: due bottiglie di acquavite che produciamo dove lavoro, alla Fondazione Mach :D) . 

E non vi dico quanto son stata contenta quando uno dei membri mi commenta così quando mi chiedevo se le bottiglie se le fossero poi effettivamente portate dietro o se fossero rimaste “abbandonate” aal locale XD


Sono ancora al settimo cielo a ripensare a quella giornata! Per alcuni è una sciocchezza quasi sicuramente ma io sono una ragazza semplice, se posso vedere e soprattutto abbracciare 5 figoni (per me) son contenta XD

No dico, guardate che bei figliuoli sono 😀

E anche se dal lato estremo del locale, son riuscita a godermeli proprio per bene anche durante il concerto, visto che ero proprio in prima fila (sotto la cassa e i video che ho fatto ne han risentito, ma va bene così XD).

Tutte le foto sono state caricate su facebook, qui –>Hollywood Undead + Astroid Boys – Bologna 09th of february 2018 e alcune sono uscite proprio bene (mentre altre, se non avessi zoomato troppo col cellulare, sarebbero state proprio epiche :D)

I Was finally able to see @hollywoodundead live in Bologna yesterday night (9/2) and was a dream that became true. They’re not the band that have saved my life ( that title is of the @systemofadown ), they’re the band that make me feel a little less weird and alone and that make me wanna live and help in let keep going on that life that Soad save. They’re fucking great ( and hot. I mean, from video and photos is easy to see that they’re good looking man… but in flesh and bones… DAMN MAN THEY’RE GORGEOUS!!) Can’t wait to be at home for see on my pc all the videos and photos of last night. I’m totally re-charged Now… and ready cor my surgery the 14th 🤣 #hollywoodundead #livemusic #johnny3tears #charliescene #jdog #funnymanhu #danny @jdog_hlm @dillyduzit @therealcharliescene @danny_rose_murillo @johnny3tearsco #concert #music #HU5

Un post condiviso da Laura Bertino (@lo9883) in data:

Come detto, ho fatto anche qualche video, ma non ho pensato all’orientamento del cellulare e alle bande nere che ci sarebbero inevitabilmente state.

e qui l’elenco di tutti i video se possono interessarvi 😛

1. https://youtu.be/HFCFRn1tEWY
2.https://youtu.be/RLfhXG3OLHk
3.https://youtu.be/sr1KPuUDTEw
4.https://youtu.be/OiR-QFGYNXk
5.https://youtu.be/qcTMm_J3CwE
6.https://youtu.be/w4L48mikin4
7.https://youtu.be/8HWnEXDa46M

E come per i 3 gruppi citati all’inizio, dei quali ho tatuaggi con frasi da loro canzoni e nelle quali mi ritrovo appieno,  anche per loro non poteva mancare averli sulla pelle, ed esattamente sul fianco destro/schiena. La prima foto è fatta non appena il tatuatore ha finito l’opera, l’altra è a “tatuaggio guarito” ( è più un video, visto che “fa il giro” e in una foto “statica” non si vedrebbe tutto completo). Si tratta di un pezzo della loro “We Are”, con la colomba e la granata che è un pò il loro simbolo.

Non paga, mi han preso talmente tanto che per loro volevo anche un qualche riferimento ai membri stessi della band, cosa abbastanza difficile da fare, se non sei tipo che si tatua la faccia del cantante e robe simili. Indossano delle maschere e quelle potrebbero essere adatte a un tatuaggio, non fosse che le “cambiano” a ogni album e non saprei dire e scegliere quale versione mi piace di più. Mi son “divertita” allora a pensare a simboli e simili che potrebbero rappresentarli e qualcosa è venuto fuori (capibile solo da me che l’ho pensata, che dubito che a prima vista venga in mente la band, visto anche che mancherebbe qualcosa a rappresentare uno dei membri e anche il “simbolo” di un altro è differente da quello che utilizza di solito).
Qualcosa che a me piace parecchio, che la tatuatrice (Anna Giongo) con le indicazioni confuse che ho dato è riuscita a tirare fuori qualcosa di favoloso. Così mentre quello sul fianco era appena guarito, ero già “sotto l’ago” a farne un altro, sul polpaccio sinistro.

E ho già in testa un 3° tatuaggio ispirato da loro, ma devo aspettare di fare la solita Risonanza annuale di controllo, che non può essere fatta con tatuaggi “freschi” ma devono avere almeno 4-5 mesi e dovrei farla verso aprile/maggio 😀

Contando che dubito siate arrivati a leggere fino a qui, direi che comunque è il caso di smetterla di “blaterare”, che ho scritto fin troppo 😀

Rainbow Stitchers Monthly Club

Con il nuovo anno uno dei propositi era di riprendere in mano il ricamo e gli hobby manuali, anche perchè ho tantissime cose da terminare o da iniziare e lasciare tutto fermo è un grandissimo peccato. Amo molto i mistery o comunque le cose che non vengono svelate subito tant’è che nonostante ricamassi poco mi son sempre comunque iscritta a Mistery Sal e similari (e prima o poi li terminerò tutti, anche se il sal è finito da un gran bel pezzo :P)

Quindi quando Romina di Romy’s Creations ha lanciato il Rainbow Stitchers Monthly Club non ho resistito e mi sono iscritta (per tutto l’anno :D)
In cosa consiste? Quoto dal suo post originario:

Ogni mese riceverete un pacco (a sorpresa, non lo vedrete prima) contenente un nuovo inedito schema Romy’s Creations completo di tutto: lino (o aida, sceglierete voi), filati Romy’s Creations e DMC, charm/bottoni quando lo schema li prevede, istruzioni per il montaggio se/quando serviranno. Più, ogni mese, un nuovo colore Romy’s Creations ed altre sfiziosità ricamose (potrà essere un magnete per gli aghi, bottoni, filati, forbici, nastrini ecc ecc…).

Ho già ricevuto Gennaio e Febbraio e non sono affatto rimasta delusa! Per ora faccio vedere solo gennaio, che non so se alcune devono ancora ricevere Febbraio e non voglio rovinare loro la sorpresa 😛
Ho un sacco di lavori iniziati a cui dovrei dare la priorità, ma sto fremendo per dedicarmi a quanto contenuto nella busta di gennaio e anche se non subito so già che cederò  😛

Da dove iniziare…

Più di un mese dal post di “ricomparsa”… ma in fondo l’avevo anche detto che “Forse” riuscivo a disimpigliarmi. E’che è passato talmente tanto tempo e ho fatto un pò di cose (niente di che, ma diciamo che sono abbastanza “grandine”, soprattutto per una come me :D) che non so proprio da dove e soprattutto come reiniziare.

Mi son resa conto che l’ultimo post è del settembre 2016 e le cose più “grandi” sono accadute tutte dopo e che finalmente ho pensato a ME e basta.

I primi di Novembre 2016, dopo il percorso relativo alla perdita di peso (e alla sua stabilizzazione, e all’attesa dovuta alla mia patologia che rende le cose un cicinino più complesse) sono finalmente passata a quello relativo alla “sistemazione” post-dimagrimento, con una “bella” addominoplastica. Intervento affrontato da sola (oddio, ad essere precise non proprio sola, c’era mia sorella :*) che il compagno (ex?) se ne andava in Germania proprio in quei giorni.

E’ arrivata anche la stabilizzazione a lavoro, che mi ha permesso di fare una pazzia (visti i tempi :D): comprare casa (con mutuo che purtroppo tanti soldi invece non sono arrivati :P), con la firma dal notaio alla fine di aprile .  Trasloco, tutte le belle cosine burocratiche e le varie attivazioni e arriva fine Maggio, dove entro ufficialmente a casa MIA. Questo periodo coincide con un compagno, sempre in Germania, che inizia a non farsi sentire proprio più.

A settembre la mia sorellina si sposa (La mia sorellina piccola è ormai una Signora :*)  ) e per questa ricorrenza qualche crocetta viene messa ( Vuoi non fare un bel cuscino portafedi ricamato? 😀 e visto che c’ero ho ripreso in mano anche la macchina da cucire, che la sposa necessita della giarrettiera 😀 Prossimamente farò vedere tutto).

Come sempre il tempo vola veloce, fra il continuare a sistemare il proprio nido, il lavoro e la vita, e il 2018 arriva in un baleno. Con il 2018 arrivano anche i buoni propositi per l’anno nuovo, che riguardano il riprendere con la vecchia routine e trovare finalmente un equilibrio duraturo (e finire di sistemare casa e affini, che io sono un bradipo XD).
E con il 2018, dopo 13 anni di convivenza con una persona, inizia la vita da single (perlomeno, fatico a considerarmi impegnata se non vengono date risposte chiare o queste non vengono date per nulla).

E si arriva a oggi, con dei bei tagli su gambe e pieghe dell’inguine (2° intervento di sistemazione post-dimagrimento fatto il 14, le cosce…ce ne sarebbe almeno un altro, ma credo terrò le braccia così come sono XD Ai morti la pancia e a San Valentino le gambe… :D), che si scrive questo post mentre i genitori (a sto giro sono scesi loro :D) sono a guardare TV e a sonnecchiare sul divano. E devo dire che mi han dato una grossa mano a sistemare un pò il MIO nido, che mio padre si è sbizarrito con lo shopping mentre ero in ospedale e ha preso un bel pò di quelle piccole cose a cui uno magari non pensa subito ma che in casa servono 😀

Per il 2018 avevo deciso di fare dei propositi “mensili”, convinta così di riuscire a seguirli un pò meglio. Per Gennaio è andato tutto benissimo ma già questo mese sto facendo molto meno di quanto programmato.

Ma io son così, e mi va bene ^_^

P.s. In questo periodo ci sono stati anche nuovi amori musicali e qualche tatuaggio in più 😛

 

Problemi con il blog

Probabilmente ve ne sarete accorti (o più probabilmente no :D), ma nell’ultimo periodo il blog ha avuto problemi ad accettare i commenti, credo dovuti all’aggiornamento del filtro anti-spam che ho su (che avevo tipo 10-15 commenti di spam ogni giorno e non era il caso di lasciarli su :D).
Sono, imprecando un pò, riuscita a sistemare tutto. O meglio quasi tutto, ne sono la prova i post senza più immagini che spero di riuscire a sistemare almeno in parte; e la grafica che è abbastanza fastidiosa ma che spero di riuscire a sistemare a breve.

E sto vedendo ora che le pagine “chi sono” etc etc non mi visualizzano il testo, che invece è presente O.o

Ho qualcosina, fra le varie cose top-secret in corso, da mostrare, ma per quelle farò un post ad Hoc 😀

Buon compleanno, Laura!

Si, lasciate perdere il titolo, è la vecchiaia che mi fa parlare in terza persona 😀
Quasi un mese è passato dall’ultimo post, e sinceramente non me ne son neanche accorta, chei giorni stanno passando veramente troppo velocemente.
Non sono rimasta con le mani in mano, ma sto lavorando a delle cose che per il momento devono rimanere Top Secret e che hanno la priorità sui lavori che potrei invece far vedere, quindi ho poco da mostrare. Ma qualcosina da postare comunque c’è.

Il 9 di agosto era il mio compleanno e mi son messa al lavoro ai fornelli…all’incirca. Volevo qualcosa da portare in ufficio per festeggiare, e volevo qualcosa che potesse andare bene a tutti, anche a una collega che non può mangiare deteminate cose, e soprattutto che non richiedesse cottura visto che ho il forno fuori uso.
Cercando e cercando mi sono imbattuta in una ricetta che era perfetta: Le mini-vegan Cheesecake al lampone di Timo e Basilico.
Io ne ho fatta anche una versione al cioccolato e pistacchio, giusto per avere un pò di scelta. A quanto pare son venute buone e hanno avuto un discreto successo 😀 I colori della versione rosa non son venuti “belli” come quelli della ricetta “originale”, ma in fondo la bellezza conta fino a un certo punto, no? 😀

Per le quantità ho seguito esattamente quelle riportate nella ricetta e devo dire che sono assolutamente perfette!

Ma non si è solo mangiato. Sono iscritta a un BFC in un gruppo facebook di cui faccio parte e quindi si è anche scartato 😀
Siamo divise in piccoli gruppetti, in modo da avere la situazione sempre sotto controllo e questle meraviglie che ho ricevuto dalle ragazze del mio “gruppetto”, Angela e Giusy. Per vedere la foto in dimensioni reali e ingranduta, basta cliccarci sopra.

Grazie mille ragazze!!!

 

Mi sa che ho anche altro da mostrare, ma al momento non mi sovviene…vorrà dire che avrò da postare per altri giorni 😀