Archive for June 2011

Ancora un blog candy: “Fortuna?”

Ed eccola qui a segnalare ancora un blog candy, intanto che cerco di raccapezzarmi in tutte le cose che ancora ho da fare °.°

il Blog candy è il blog candy sul blog “tra fili di pensieri” (di Monia) e avete tempo per iscrivervi fino al 30 Giugno! Trovate tutte le istruzioni per partecipare sul suo blog!

Susu, non fateelo scappare e tentate anche voi la fortuna! :P

“Blog Candy 5000 visite” di “I Pasticci di una crocetta alle prime armi”

Ed eccola qui a segnalarvi un bel blog candy. Si tratta del blog candy di “I pasticci di una crocetta alle prime armi” (a.k.a. Marta :D ), lanciato per celebrare le 5000 visite del blog!
Ci si può iscrivere fino al 23/08/11 e se si viene stratti si avrà la possibilità di vincere un handmade realizzato da Marta ^_^

Se volete saperne di più e volete partecipare basta cliccare sull’immagine qui sotto, che vi porterà dritti dritti al post del log candy con tutte le (pochissime e semplicissime) istruzioni per farlo :D

Anno nuovo…vita nuova

Si, ecco…l’anno è iniziato da 6 mesi e mezzo e la vita è sempre quella, ma son piccoli dettagli insignificanti, non trovate?

Comunque…dopo lunga attesa son finalmente riuscita a lanciare un nuovo sito con relativo blog (almeno così ho tutto raggruppato e non devo loggarmi su 2-3 siti diversi per gestire foto, blog etc etc). Ma bando alle ciance, non ci si può assolutissimamente fermare! Il sito è ancora abbastanza incompleto e in via di definizione, fortunatamente le crocette invece procedono abbastanza bene, quindi torniamo alle vecchie usanze e andiamo di resoconti. Causa impegni vari non avevo programmato nulla per le prime settimane di giugno quindi non posso tirare le somme se non guardando quanto avevo in programma per questo mese.  Per giugno avevo programmato:

E qualcosa è stata fatta: la 3° tappa del Sal J.Elliott ad esempio, come il ricamo per il RR Strofinaccio, la terza tappa del Running del Punto croce (avevo deciso di portare avanti il mio “Will you join me for dinner?” ) e le improntine per il mio colorario. Qui le foto:

Insomma, direi che non posso assolutissimamente lamentarmi, anzi!

E adesso devo vedere di riorganizzare un attimo le idee che ho diverse cose da fare ma non son ancora riuscita a riorganizzarle per bene. Facciamo che fino a Domenica farò “crocette libere” :D

System of a Down – Milano, 2 Giugno 2011

Che dire…Io c’ero! E mi viene solo un “Cazzo che spettacolo i System!

System of a Down - Milan 2 June 2011

Mi è andata di Stra-Lusso: sono ancora viva (), ero relativamente vicina al palco e abbastanza “lontana” dalle zone più calde (mica per altro, con la Sclerosi riesco a stare giusto in piedi e a reggere qualche spintone lieve, non il pogo selvaggio ) e qualche foto è anche uscita decente (ho detto qualche eh…si sa che sono una chiavica nelle foto e che tremo manco fossi un’ultranovantenne con il parkinson ).
E ho anche qualche video (al solito, orribili, ma io e la digitale non siam propriamente amici ).
E…e basta! Il web è pieno di foto e video migliori dei miei quindi ora vado a guardarmeli tutti che ho già nostalgia di Giovedì

Qui le mie foto: System of  Down – Milano, 2 giugno 2011

System of a Down - Milan 2 June 2011

E qui qualche video (a pezzi, , alcuni lunghi altri corti e questi uniti in un unico video. Le braccia non riuscivano a rimanere in alto per tutto il tempo di una canzone ) .
System of a Down – Milano, 2 giugno 2011

 

E anche Giugno è arrivato!

 

Giovedì sarò finalmente a Milano a godermeli! (E ho già l’ansia di perdermi o di morire schiacciata dall’immensa folla che ci sarà )


Anche la fine di maggio è arrivata ed è ora di resoconto mensile. Avevo in programma per questo mese /The end of May is arrived and it’s time for monthly report. I’ve scheduled for this Month:

 

Ed è stato fatto, incredibilmente, tutto quanto (son fiera di me ). Ho anche letto non uno, ma ben 2 libri! (non è un grande traguardo, soprattutto rispetto a quanto riuscivo a leggere in passato, ma per adesso che non riesco a mettermi un attimo tranquilla a leggere è tanto )/ And incredibly everything has been done (I’m proud of me ). I’ve also read not one but two books! (not a great achievement, especially compared to what I could read in the past, but for now I can not put a quiet moment to read is so much)

Le foto delle varie cose potrete vederle nei post passati, mentre qui ecco l’avanzamento del mio colorario Dmc, che procede bene e al quale mancano da fare 70 colori per essere terminato (al momento ho deciso di non fare i filati speciali, anche perchè non li ho tutti), e del mio Trentino di Parolin che sto portando avanti col Sal dei lavori incompiuti / You can see the photos of the various things in the past posts, but here is the status of my DMC color card, which is progressing well and which lacks of 70 colors for be finished (at the time I decided not to make special yarns, also because I have not all), and my Trentino from Parolin that I’m carrying on with the “Sal dei lavori incompiuti”

Sal Colorario Dmc - Maggio 2011 W.i.p. "Trentino- Alto Adige" from Parolin. - 05/29/2011


Mentre i libri letti: (sempre tenendo conto che non sno un granchè a commentare e quindi evito di farlo 

Il Club dei padri estinti – Matt Haig
Da IBS

Philip ha tutte le tristezze, le allegrie, le paure di un ragazzino che si affaccia all’adolescenza. E ora il padre sostiene che la sua morte non è stata un incidente, ma c’entra lo zio Alan, che vuole la mamma di Philip e il pub di famiglia. E continua a tormentare Philip con la storia del Club dei Padri estinti, una sgangherata congrega di spettri che si ritrova davanti al pub… Improbabile Amleto del XXI secolo, Philip cercherà di portare a termine la vendetta del padre fantasma in un crescendo di avventure, disavventure ed episodi esilaranti fino alla tragedia finale. Un libro sulla necessità di trovare un senso a un lutto incomprensibile, sulla difficoltà di diventare grandi, sul ribaltamento dei ruoli nel rapporto padri-figli, sull’ineluttabilità del proprio destino.

Bello, ma niente di trascendentale. Un libro che si legge con molto piacere, anche se a tratti mi son un attimo “persa” nella scrittura e non ho ancora capito il perchè. Ci ho pensato mezz’ora a cos’altro potevo aggiungere ma mi è venuto solo questo


Lucky – Alice Sebold
Da IBS
 

Dal buio della galleria abbandonata cosparsa di cocci e bottiglie rotte dove è stata violentata la notte dell’ultimo giorno di corso, mentre attraversava il parco diretta al pensionato studentesco, Alice Sebold ci consegna una sconvolgente rivelazione: “Io divenni tutt’uno con quell’uomo. Quell’uomo teneva in mano la mia vita…” Il racconto di questo trauma violento che imprime un segno fondamentale nella sua vita, ci trascina in una esperienza sconvolgente. Alice non tralascia alcun particolare, i più segreti ingranaggi psicologici, sociali, familiari, che entrano in gioco a partire dallo stupro subito, modificano la percezione del mondo, di se stessa e le relazioni con gli altri. E nulla viene lasciato fuori dalla sua affilata e dolorosa analisi.

Della Sebold avevo letto “Amabili resti” ed ero rimasta folgorata. Ho adorato quel libro e quindi non ho potuto resistere e ho “dovuto” leggere anche questo. Un libro stupendo, per quanto possan essere considerati “stupendi” i fatti che l’autrice racconta. Sicuramente un libro che ti rimane dentro e ti prende dalla prima fino all’ultima pagina, e soprattutto che non si “imbelletta” per piacere ai lettori. Un libro “vero”. Posso affermare che io AMO la Sebold. Decisamente


E per Giugno potrei programmare: /And for June I could plan: